Parola al Segretario Sociale e Sanità Ultim'ora

Sanità. Accordo tra Regione e sindacati: stabilizzati 851 lavoratori

(Bologna, 28 dicembre 2017) La sanità in Emilia-Romagna si rafforza con nuove assunzioni. Il governatore Stefano Bonaccini ha firmato oggi un accordo con Cgil, Cisl e Uil che prevede nel 2018 la stabilizzazione di 851 lavoratori (di cui 300 infermieri) a cui si aggiungono 160 dirigenti sanitari, in applicazione della legge Madia sulla pubblica amministrazione, con un investimento che oscilla fra i tre e i quattro milioni di euro. Le aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna dovranno ora avviare una ricognizione interna per arrivare entro il marzo prossimo alle prime stabilizzazioni, oltre a fare una prima pianificazione per il triennio 2018-2020. Nuove assunzioni sono previste anche nei prossimi anni. Finora, tra il 2016 e il 2017, con l’intesa firmata alla fine dell’anno scorso, sono stati assunti a tempo indeterminato quasi 5.000 persone (tra questi, 1.185 dirigenti medici e 1.936 infermieri), di cui 1.450 stabilizzazioni. Per il solo 2017, la Regione ha investito circa 22 milioni di euro in più per il personale sanitario. E altre assunzioni potranno arrivare nel corso del nuovo anno, oltre a quelle già previste,come quelle per i medici, ad esempio. Il protocollo firmato oggi coi sindacati prevede anche la creazione di un osservatorio, che dovrà monitorare l’andamento delle stabilizzazioni e delle assunzioni anche future.

TRC Notizie 28 12 2017 h. 19.15 /Teleromagna 29 12 2017 h.14.00 Il commento dei sindacati (TG Nettuno 29 12 2017 h.13.15) Il commento di Davide Battini (Fp Cisl ER)

 

Sull'Autore

Ufficio Stampa